Bouquet da sposaIl giorno delle nozze ogni cosa deve essere perfetta, tutto deve essere scelto con la massima cura e attenzione, uno su tutti il bouquet da sposa. L’accessorio che deve esaltare e valorizzare al massimo l’outfit della sposa, regalandole un tocco di colore e romanticismo. Ecco qualche consiglio per scegliere la composizione perfetta per l’abito!

Aspetto fondamentale è lo stile e il modello del vestito, il bouquet da sposa infatti, deve coordinarsi perfettamente con l’abito scelto, deve dare quel tocco in più alla donna che lo indosserà.

Per un abito da sposa importante, ricco di dettagli come pizzi e merletti, sicuramente il bouquet da sposa giusto è discreto e tondo, caratterizzato da fiori sofisticati come le profumatissime gardenie, peonie o camelie, veramente il massimo della raffinatezza.

Con un abito a sirena invece, che rappresenta l’essenza della sensualità, il bouquet a cascata è la scelta più indicata, ideale per una donna alta e slanciata.

Se invece il vestito è un abito da sposa romantico, con gonne di tulle ampie e voluminose, sicuramente è meglio puntare ad una composizione dalla forma semisferica con piccole roselline, in grado di mettere in risalto, più di ogni altro, l’incanto del vestito.

Per una donna invece che punta ad uno stile più sbarazzino e leggero, un abito da sposa corto accompagnato da un bouquet di ranuncoli e fresie, non troppo impegnativo, è sicuramente il modo perfetto per valorizzare al meglio il proprio stile.

Infine, per chi ama il mood naturale, il tanto apprezzato shabby chic, l’ideale è accostare all’abito da sposa un bouquet non troppo appariscente, con tonalità tenui e delicate che vanno dal bianco alle nuance pastello. Fiori come rose e ortensie, magari impreziositi da piccoli elementi di strass e perle, si prestano perfettamente a questo stile.

Il consiglio finale è poi quello di puntare sempre alla stagionalità dei fiori, giocando con quei colori che rispecchiano in pieno il periodo dell’anno in cui si è deciso di coronare il proprio sogno d’amore, da quelli tenui dell’autunno-inverno fino alle nuance più vivaci della primavera-estate. Il tutto seguendo sempre i propri gusti e ovviamente facendosi consigliare da chi, unendo tessuti, pizzi, merletti e ricami, crea dei capolavori unici.

Commenti

commenti